Dove i Telescopi (ancora) non vedono – Conferenza alla Specola bolognese

La notte che vorrei

La notte che vorrei

Domani pomeriggio, alle 16:00, nell’aula Magna della Specola Bolognese in via Zamboni 33, terrò una conferenza sul ruolo avuto da alcuni fantastici illustratori scientifici nel promuovere lo sviluppo dell’astrofisica ma anche, e soprattutto, delle tecnologie spaziali.

Questi incontri mensili sono organizzati dal Museo della Specola, dal Dipartimento di Fisica e Astronomia e dall’INAF-Osservatorio di Bologna. Ogni mese, un relatore dell’Osservatorio o del Dipartimento racconta a un pubblico che oramai ci segue attentamente da anni, una tematica inerente la nostra materia preferita.

Il titolo che ho scelto per la conferenza di domani è:

DOVE I TELESCOPI (ANCORA) NON VEDONO – La Luna e Saturno “osservati” con gli occhi di Scriven Bolton, Lucien Rudaux, Étienne Trouvelot, Chesley Bonestell

Sul finire del XIX secolo e fino al 1969, varie istituzioni, in testa la NASA, si sono servite della perizia di artisti, veri e propri visionari, capaci di dare un’idea pittorica dell’aspetto del cosmo immaginando di osservarlo da altri palcoscenici diversi dal nostro pianeta.

Colava la notte

Colava la notte

Raccontare di questo intersecarsi tra arte e scienza, spero abbia l’effetto di mostrare con forza quanto ci sia ancora da guadagnare da una contaminazione continua dei generi e delle culture.

Sull’argomento ho anche scritto un articolo che uscirà presto negli atti del recente Convegno (Maggio 2014) dell’U.A.I., Unione Astrofili Italiani, durante il quale ho tenuto per la prima volta questa conferenza.

SZ

L’articolo completo (in inglese) qui: https://zenodo.org/record/220977#.WMku5BBjHA8

http://davide2.bo.astro.it/

http://www.bo.astro.it/?page_id=271

Ancora un appuntamento bolognese

Adamo-2

Domani, Venerdì 31 Ottobre, alle 16:45, sarò di nuovo nell’Aula Magna dell’Associazione Istituto Carlo Tincani per la ricerca scientifica e la diffusione della cultura che ha sede in via Riva Reno 55, a Bologna.

Stavolta terrò una lezione sul Sistema Solare, raccontandolo come ho fatto nel mio libro “Pianeti tra le note – appunti di un astronomo divulgatore” pubblicato nel 2009 dalla Springer nella collana iBlu.

E ancora una volta ad accompagnarmi e a fare da filtro tra me e quel pubblico che lo conosce da tempo, vi sarà Flavio Fusi Pecci, astronomo ordinario, persona straordinaria.

Chissà, magari qualcuno di voi riuscirà a venire…

SZ

http://www.springer.com/astronomy/popular+astronomy/book/978-88-470-1184-7

Un appuntamento bolognese

Disegno-tèssera

Oggi, Venerdì 24 Ottobre, alle 16:45, nell’Aula Magna dell’Associazione Istituto Carlo Tincani per la ricerca scientifica e la diffusione della cultura che ha sede in via Riva Reno 55, a Bologna, terrò una lezione sui rapporti tra astronomia, musica, pittura e fumetto.

A moderarmi, punzecchiarmi, contrastarmi e stimolarmi ci sarà il mio mentore, il professore Ordinario ed ex direttore dell’Osservatorio Astronomico di Bologna Flavio Fusi Pecci. Definirlo un personaggio è dir poco e chi lo conosce, sa già che la sua presenza significa che ci sarà da divertirsi.

Trattandosi di una libera università con tanto di corsi, docenti (sono annover tra questi…) e iscritti, non sarà di certo una lezione aperta al pubblico.

Questo riduce di molto la possibilità che qualcuno domani venga da me a dirmi: ho saputo di questa iniziativa dal blog e sono venuto a conoscere la “controparte materica” di Squid Zoup.

In ogni caso, ho ancora un po’ di ore per immaginarlo possibile.

E lo farò.

SZ

 

THE NIGHT HAS A THOUSAND EYES – Il mio nuovo CD

CD-TheNightHas-CL208-rev5-TR

É appena uscito per la Four Edition il nuovo CD “The Night Has A Thousand Eyes” a nome mio (armonica cromatica), di Guido di Leone (chitarra) e di Francesco Angiuli (contrabbasso).

Si tratta di una raccolta di standards dedicati al cielo, alle stelle, alla Luna, al Sole e il concerto dal vivo potrà prevedere anche una proiezione di mie immagini originali (alcune sono presenti nel booklet) e, tra un brano e l’altro, spiegazioni divulgative di astronomia.

La puntata di stasera di “ANIMAJAZZ” su PUNTORADIO alle 20, anche in streaming su www.puntoradio.fm ed in immediato podcast su http://animajazz.eu, si aprirà proprio con la versione tratta dal nostro CD di “Look To The Sky”, un brano di Antonio Carlos Jobim.

Spero possa piacervi

SZ

http://animajazz.eu/animajazz-n-626-di-giovedi-9-ottobre/

Il cielo sopra Scicli

Armonica cosmica BN

 

Alle 21 di domani 6/9/2014 terrò una conferenza nel giardino della Chiesa di S.Giovanni, nella splendida cittadina di Scicli (RG) nota anche per essere lo sfondo di tante avventure del famosissimo commissario Montalbano.

Il titolo del mio intervento sarà: Il cosmo tra le note (di un astronomo divulgatore),  parafrasi di quello del mio libro Pianeti tra le note – appunti di un astronomo divulgatore, pubblicato nel 2009 dalla Springer

http://www.springer.com/astronomy/popular+astronomy/book/978-88-470-1184-7

Domani non sarò solo. A condividere il palco con me ci sarà il mio collega Daniele Spadaro, Astronomo Associato dell’INAF-Osservatorio Astrofisico di Catania.

Il titolo del suo intervento sarà: L’avventura dello studio dell’Universo

Alla fine delle due conferenze ci sarà spazio per chiacchiere, domande e, se il pubblico lo vorrà, un po’ di musica adeguata all’atmosfera del luogo.

Ringrazio Franco Causarano e Paolo Nifosì del circolo Vitaliano Brancati di Scicli per aver immediatamente appoggiato l’iniziativa mia e di Daniele e per aver supportato l’Osservatorio Astrofisico di Catania nell’organizzazione della manifestazione.

SZ

Upcoming Events

CONCERTO JAZZ!

Domani, 10/4/13, alle 21:30, SquidZoup – ONE (Olso Noun Es) Angelo – suonerà all’ALTOTASSO, locale bolognese famoso soprattutto per la birra autoprodotta.Squidharmonica 2

Il repertorio-menu prevede brani originali composti dal calamaro conditi in salsa di standard jazz: lacrimose ballad alla cipolla fresca, blues al nero di seppia, medium con contorno di assoli e up tempo al peperoncino piccante. Si raccomanda di non prenotare e di venire pronti a godersi la serata innaffiando di birra l’ascolto della mia armonica cromatica, del pianoforte di Alessandro Altarocca e del contrabbasso di Paolo Ghetti. Spero di vedervi lì!

SZ